Topos in fabula: leggere la città come una mappa vivente!

Il percorso didattico ha coinvolto 7 classi delle scuole secondarie di primo grado e ha coinvolto 117 ragazzi nella realizzazione della loro nuova città. Un progetto che ha come intento didattico quello di approfondire le conoscenze già trattate dal programma ministeriale, sulla toponomastica con specificità sull’odonomastica fiorentina estrapolando le storie che hanno dato origine a determinati odonimi, classificando in categorie semplici i tipi di odonimi e infine spingendo i ragazzi a elaborare, con un lavoro di scrittura, delle nuove storie e quindi dei nuovi odonimi della città.

Questo progetto permette di conoscere la storia della città attraverso i nomi delle strade e anche apre alla curiosità rispetto ai luoghi della vita quotidiana dei ragazzi. Per permettere ai ragazzi di comprendere come si forma un nuovo odonimo è necessario mostrare loro la mappatura dei cambiamenti e delle caratteristiche della toponomastica e odonomastica fiorentina. Per questo si presenta una carrellata di toponimi ed odonimi storici, alcuni ancora esistenti, altri scomparsi completamente e altri ancora modificati in base all’epoca storica. Questo processo è fondamentale per i ragazzi per comprendere la successione storica e le stratificazioni in atto in uno stesso luogo abitato.

La fase appena descritta è fondamentale per realizzare quella successiva in quanto i ragazzi devono assimilare il processo di generazione di un nuovo odonimo, per questo motivo li invitiamo a partecipare ad un gioco di storie di odonimi, che li aiuti alla comprensione del meccanismo di creazione di un odonimo da una storia realmente accaduta o da una leggenda o da un semplice fatto o attività svolta.

A questo punto, dopo le attività proposte dagli operatori anche attraverso la Community We:P del Portale Ragazzi per fornire indicazioni e informazioni aggiuntive, i ragazzi sono stati divisi in gruppi di lavoro e hanno simulato di essere i componenti di vari comitati cittadini per la decisione di odonimi da affidare alle nuove strade o a strade esistenti necessariamente modificate dopo un fatto accaduto. Il fatto che fa cambiare i connotati della città è stato pescato a sorte da una serie di possibilità: un’alluvione devastante che ha spazzato via metà della città, un sindaco Clown che vuol cambiare la città e migliorarne tutti gli aspetti negativi e tristi, una città aliena in seguito alla conquista da parte di un pianeta di un’altra galassia, una città proiettata invece oltre il tempo immersa negli estremismi tecnologici oppure nel ritorno totale alla natura e così via. Fatti che agiscono direttamente o non direttamente sulla trasformazione urbana, quindi nascono nuove piazze e nuove strade oppure si creano dei nuovi vicoli.

La mappa della nuova città è stata realizzata su supporto digitale, con l’aiuto dell’operatore sono state messe in evidenza i match points delle nuove strade con la specifica del nuovo nome e della nuova storia inventata dai ragazzi. Il processo di invenzione della storia è complesso e richiede del tempo e la spiegazione di alcuni strumenti per la sua realizzazione.
“Topos in fabula” è un progetto che parte dalla conoscenza e si spinge verso un idea, si approccia con l’analisi per continuare nella creazione: la scoperta di relazioni tra luoghi della città e i loro nomi ha spinto i partecipanti al confronto e alla collaborazione e ha fatto da stimolo creativo.

Grazie all’aiuto degli operatori i ragazzi, dopo aver recepito la ricchezza di significati che si nasconde dietro il semplice nome di una strada, hanno avviato la costruzione della loro città immaginaria via dopo via, piazza dopo piazza, vicolo dopo vicolo, storia dopo storia.

Quest’anno come gli altri anni ci portiamo a casa un esperienza positiva e di soddisfazione per noi, i ragazzi, gli insegnanti e i genitori.