Neo-nomadi e Autoctoni

Firenze. Il 5 marzo arriva all’Accademia delle Arti del Disegno, in prima nazionale, “Neo-nomadi e Autoctoni”, la mostra del pittore Andrey Esionov, maestro dell’arte figurativa russa contemporanea,

Il titolo della mostra deriva dal ciclo di lavori Neo-nomadi, analisi dedicata a un evento strutturale di portata globale: l’umanità in movimento; dai grandi flussi migratori fino al turismo di massa. Tale fenomeno è rappresentato da Esionov secondo una prospettiva inedita, ovvero quella dell’estraneo che è in grado di coglierne sfumature e paradossi. In particolare, attraverso quarantadue opere, tratte da otto diverse serie di acquerelli, l’artista fa una riflessione critica, surreale e pungente intorno allo scenario delle metropoli contemporanee e all’umanità che le popola.

Posta sotto il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze, concepita in collaborazione con l’Accademia Russa di Belle Arti, curata dal critico Alexander Borovsky, l’esposizione fiorentina è la prima tappa di un ciclo di mostre personali, volte a far conoscere in Italia l’arte, la ricerca artistica e la poetica di Esionov. Dopo Firenze, la mostra proseguirà a Roma dove, nel mese di settembre, le opere dell’artista saranno esposte nel Museo di San Salvatore in Lauro.

Info: 055.219642 | info@aadfi.it

Articoli simili