NAO Challenge 2016

Sabato 7 maggio presso l’Opificio Golinelli a Bologna si è tenuta la seconda edizione della NAO CHALLENGE, concorso destinato agli studenti del 3°, 4° e 5° anno della scuola secondaria di 2°grado… Noi c’eravamo!

“NAO in cucina” è il tema del concorso 2016 e i 41 team provenienti da tutta Italia si sono confrontati nelle seguenti tre diverse prove: NAO Runner, NAO Chef e NAO Entertainer.

NAO Runner
Può sembrare banale, ma far camminare NAO in linea retta per 5m (e nel più breve tempo possibile) è una gran sfida… I fattori che intervengono sono diversi, come ad esempio l’attrito dei piedi sulla superficie d’appoggio, il fatto che i tanti motori coinvolti nel movimento possono avere un funzionamento non sempre perfettamente omogeneo e costante nel tempo (NAO di motori ne ha ben 25!), lo stato di carica della batteria…
Per ottenere il miglior risultato le soluzioni sono molteplici ed i team si sono sbizzariti nell’inventare strategie fra loro molto varie, fantasiose e acnhe divertenti: la soluzione più gettonata prevede l’utilizzo di “markers”, cioè particolari disegni stampati che le due telecamere di NAO sono in grado di individuare facilmente. Algoritmi opportunamente sviluppati dai team prevedevano la correzione della direzione di marcia di NAO in base al progressivo scostamento rilevato. I marker sono stati disposti in fondo al percorso (come un bersaglio da raggiungere) o posti ad intervalli regolari ai lati della corsia larga un metro entro la quale, per regolamento, NAO doveva muoversi.
Altre soluzioni hanno previsto un veicolo/robot Lego Mindstorms che “apriva” la strada a NAO fornendogli un riferimento mobile da seguire o utilizzando, con lo stesso scopo, un piccolo skateboard tirato a mano dalla fine del percorso…
Altre soluzioni ancora hanno previsto l’utilizzo dei sensori a infrarossi di NAO, ecc…

NAO Chef
Una prova di abilità in meccatronica: NAO deve ricevere da un essere umano l’indicazione di cottura di un toast (tre livelli) e conseguentemente attivare un tostapane opportunamente modificato. Anche qui la fantasia, la creatività, le tecnologie utilizzate non sono certo mancate. Il pane è finto e la cottura pure, conta il corretto funzionamento dell’interazione uomo/macchina-macchina/macchina ed il divertimento è assicurato!
Utilizzo di connessione WiFi, infrarossi, Bluetooth e/o azione diretta, niente è impossibile per NAO… Tostapane reali opportunamente modificati, ricostruiti con materiali di recupero, realizzati con stampanti 3D, kit Lego Mindstorms, kit Fischertechnike e tante tante soluzioni con l’immpiego di Arduino. I team hanno proposto di tutto e di più!!!

NAO Entertainer
Nell’attesa che la colazione sia pronta NAO gioca con noi e ci intrattiene… Anche qui creatività e soluzioni tecnologiche non si sono fatte aspettare: dialoghi, danza, afferrare oggetti, attivare sensori, utilizzare il riconoscimento visivo. Abbiamo visto interagire NAO con gli essere umani nei modi più diversi, curiosi e divertenti che si potessero immaginare.

Per saperne di più: https://www.portaleragazzi.it/blog/nao-lumanoide-a-firenze/.

NAO Challenge è un concorso annuale co-organizzato in Italia da Aldebaran (l’azienda che produce NAO), Scuola di Robotica, Fondazione Golinelli e CampuStore.
A disposizione dei team che non ne possedevano uno, NAO è stato per l’occasione ospitato a Firenze presso Il_Laboratorio: http://il-laboratorio.academy/il_laboratorio-e-centro-host-per-la-nao-challenge-italia-201516/.