Da quattro anni nelle scuole si parla con Dante

un Minuto per DanteNon smette mai di stupire la poesia di Dante. Ogni anno ne è la prova il grande successo del progetto Un Minuto per Dante immagini di viaggio della Divina Commedia. Una sfida incredibilmente stimolante per i ragazzi delle scuole primarie di secondo grado che sono chiamati a creare un video della durata di un minuto per raccontare il loro personale incontro con Dante nella vita di tutti i giorni.

Un Minuto per DanteNon smette mai di stupire la poesia di Dante. Ogni anno ne è la prova il grande successo del progetto Un Minuto per Dante immagini di viaggio della Divina Commedia. Una sfida incredibilmente stimolante per i ragazzi delle scuole primarie di secondo grado che sono chiamati a creare un video della durata di un minuto per raccontare il loro personale incontro con Dante nella vita di tutti i giorni.

Dalle parole di Dante si interpreta il mondo di oggi, delle nostre emozioni, paure, speranze, dei nostri sogni e dei nostri viaggi. Una lettura cinematografica, potremmo dire, di quello che i ragazzi vivono e provano nella vita quotidiana rielaborata attraverso gli occhi di Dante. Come descriverebbe Dante questa giornata? Che parola userebbe per sottolineare un’emozione? Ma anche: che cosa ci suggerisce questa immagine che disegna Dante? Possiamo dire di vedere qualcosa di simile nella nostra vita di tutti i giorni?

Da queste domande, da questi stimoli a riflettere sull’opera dantesca parte la quarta edizione del progetto condotto dall’associazione Culter in collaborazione con il PortaleRagazzi dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e l’Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze.

Da quattro anni, infatti, inserito nella proposta didattica de LE CHIAVI DELLA CITTA’, il laboratorio di video making del viaggio dantesco propone un percorso didattico che proietta i ragazzi nell’immaginario di un viaggio interiore che non appartiene a nessuna età ma è semplicemente proprio dell’uomo che per natura si perde nei suoi dubbi, nelle sue domande. La novità di quest’anno riguarda un’ulteriore sfida.. Se nelle edizioni precedenti il tema soggetto del video di un minuto era lasciato libero, con la possibilità di scegliere a piacere la terzina da cui partire, quest’anno le classi, sono chiamate a confrontarsi sullo stesso tema.

“I ragazzi sono diventati bravissimi – precisa Franco Palmieri, direttore artistico del progetto – ogni anno ci stupiscono con la loro creatività, con i loro messaggi grazie anche ai loro insegnanti che ormai sono entrati nello spirito del progetto e sanno cogliere davvero le potenzialità di questo metodo di associazione tra le parole di Dante e la realtà in cui si trovano oggi a vivere i ragazzi, per cui era necessario darci uno stimolo in più. Il tema comune servirà davvero a mettersi alla prova l’uno con l’altro, sono sicuro che vedremo dei risultati sorprendenti”.

Il tema proposto è suggerito dalle terzine del Canto XXIV dell’Inferno, vv. 1-15

 

In quella parte del giovanetto anno
che ‘l sole i crin sotto l’Aquario tempra
e già le notti al mezzo dì sen vanno,     3

quando la brina in su la terra assempra
l’imagine di sua sorella bianca
ma poco dura a la sua penna tempra, 6

lo villanello a cui la roba manca,
si leva, e guarda, e vede la campagna
biancheggiar tutta; ond’ei si batte l’anca, 9

ritorna in casa, e qua e là si lagna,
come ‘l tapin che non sa che si faccia;
poi riede, e la speranza ringavagna,     12

veggendo ‘l mondo aver cangiata facci
in poco d’ora, e prende suo vincastro
e fuor le pecorelle a pascer caccia.     15

 

Una scelta studiata dal direttore artistico per dare comunque ampie possibilità di lavoro: i versetti selezionati danno una descrizione di una scena che sembra quasi cinematografica ricca perciò di elementi su cui soffermarsi e su cui decidere di basare il proprio lavoro di un minuto.

A breve l’inizio dei nuovi laboratori presso le sedi scolastiche con il fondamentale strumento di sostegno della community We:P del Portale Ragazzi, importante base di scambio di esperienze e di suggerimenti.

Sono disponibili per il download i materiali per lo svolgimento dell’attività didattca per l’anno scolastico 2012/13.
I materiali comprendono indicazioni utili per la realizzazione dello storyboard, suggerimenti per la parte tecnica, numeri utili e date e la liberatoria da consegnare agli studenti per la partecipate sulla community We:P.

Buon lavoro a tutti!

Articoli simili