Campagne e città: come è cambiata la geografia della civiltà

Christina e Nindy sono due bimbi di 9 anni che abitano in 2 diverse province (Papua e Jakharta) dell’Indonesia e hanno vite molto diverse: quali differenze vedete nel video?

Come loro, milioni di ragazzi e bambini vivono delle vite che corrono a velocità diverse a seconda del contesto geografico, rurale o urbano, in cui nascono e vivono.

Con le classi svolgeremo un percorso didattico per esplorare le differenze tra la vita di città e la vita di campagna.

A partire dalla storia della nascita dei villaggi, osserveremo il formarsi degli aggregati umani, delle città e il graduale processo di urbanizzazione con: la nascita di attività e mestieri specializzati non dediti solamente all’agricoltura; l’aumento della densità della popolazione; il miglioramento delle tecniche di coltivazione e domesticazione; la nascita della moneta e della scrittura.

Vedremo come intorno al 1800, le quattro Rivoluzioni Industriali (energetica, microbiologica e demografica) hanno avuto profonde conseguenze sull’umanità, accelerando la sua crescita numerica, aumentando le migrazioni, migliorando la salute, allungando l’aspettativa di vita, diminuendo la mortalità.

Come afferma il demografo Livi Bacci, questi cambiamenti tra città e campagna sono avvenuti in modo e a velocità diverse nei paesi ricchi e poveri, dove la rivoluzione demografica è avvenuta con ritardo perché anche le altre 3 rivoluzioni sono iniziate dopo.

Ci porremo alcune domande: Quali pensate siano le differenze tra la vita in città e in campagna in Italia, e le difficoltà di chi emigra dalla città alla campagna?  – Perchè le persone migrano dalle campagne alle città?  Ed apriremo dei dibattiti in classe.

Infine, parleremo di un progetto della ONG Libre Expresion in Honduras, con 40 bambini e adolescenti orfani e sieropositivi in cinque comunità diverse in zone urbane e rurali del Paese.

SCARICA QUI SCHEDA TEMATICA  E PRESENTAZIONE CAMPAGNE E CITTA’