APPRENDIMENTO INTERDISCIPLINARE

Area Metropolitana Fiorentina: dalle arti alle scienze, passando per le lingue 

Museo di Palazzo Vecchio e Museo del Novecento di Firenze. Dopo il successo della scorsa primavera, arriva per l’Anno Scolastico 2018-2019 MUS.ENGLISH!

Il corso d’Inglese nei musei. In linea con le più aggiornate linee di apprendimento interdisciplinare e con la finalità di rendere sempre più diffusa e pervasiva la frequentazione della cultura, i Musei Civici Fiorentini e MUS.E – in collaborazione con English Florence – propongono due cicli di dieci appuntamenti ciascuno per vivere l’arte come “materia prima” e  imparare l’inglese in contesti davvero unici. Il primo ciclo si tiene, il sabato mattina, dal 13 ottobre 22 dicembre 2018. Ha una durata di dieci incontri e trova sede in Palazzo Vecchio: gli appuntamenti si terranno nelle sue magnifiche sale e prenderanno il via proprio dai dipinti, dalle sculture e dalla storia del palazzo più importante della città. Il secondo ciclo, si tiene sempre di sabato mattina, avrà al solito una durata di dieci incontri, e comincia 12 gennaio per terminare il 16 marzo 2019. Il luogo di svolgimento questa volta sarà il Museo Novecento, un luogo in cui le opere e le poetiche degli artisti temporalmente più vicini a noi, ricche di stimoli e di contenuti, saranno in grado di suscitare la curiosità e la creatività dei partecipanti per un apprendimento della lingua assolutamente inedito e coinvolgente. Al termine di ogni ciclo sarà consegnato a ciascun bambino un attestato di partecipazione. Per definire un gruppo omogeneo e favorire un apprendimento efficace, le lezioni saranno distinte per fasce d’età: alle ore 10:00 potranno partecipare i bambini di 6 e 7 anni, mentre alle ore 11:30 i bambini dagli 8 ai 10 anni. La prenotazione è obbligatoria e prevede la partecipazione a un ciclo completo o a due cicli completi con il pagamento della rispettiva quota. Non sono previsti rimborsi per eventuali assenze. Info e prenotazioni: 055.2768 – 224 – 558 / info@muse.comune.fi.it 

Museo Galileo di Firenze. Nell’ottica di coniugare scienza e divertimento, il museo propone anche per il 2018 – 2019 la fortunata iniziativa A Tutta Scienza; ricco programma di attività rivolto ai bambini e alle famiglie per vivere il weekend all’insegna della scienza e del gioco. Tre le novità di questa edizione: lo spettacolare laboratorio La scienza delle bolle di sapone, AbitiAmo il museo, un’attività alla scoperta dei segreti dei sarti e della moda del Seicento e Settecento e Le meraviglie dell’aria e del vuoto, per capire i fenomeni fisici che ci circondano. Le bolle di sapone, le cui prime rappresentazioni pittoriche risalgono alla fine del Cinquecento a opera di artisti olandesi, non hanno solo affascinato intere generazioni di grandi e piccini, ma hanno anche stimolato la fantasia di matematici, fisici e architetti che le hanno studiate o prese a modello per realizzare i propri capolavori. Simboli del meraviglioso e dell’effimero, le bolle di sapone verranno presentate anche da un punto di vista scientifico. I partecipanti potranno così scoprire la leggenda di Didone e i segreti della superficie minima, l’iridescenza delle lamine saponose e i concetti scientifici celati dietro a quest’arte magica. Protagonista del laboratorio AbitiAmo il Museo, è la cassetta del sarto; di fondamentale importanza per lo svolgimento della professione del sarto, la cassetta conteneva strumenti mutuati dal mondo della matematica, come la squadra, che, dopo l’impiego in campo militare, aveva trovato un nuovo utilizzo per la misurazione e il calcolo delle proporzioni degli indumenti. Incentrata sulla moda del Seicento e del Settecento, l’attività offre ai bambini la possibilità di indossare preziosi abiti e accessori di personaggi celebri vissuti in quei secoli, illustrando il legame tra scienza, moda e società. Infine, il laboratorio Le meraviglie dell’aria e del vuoto, traendo ispirazione dall’attività dell’Accademia del Cimento (1657-1667), una delle prime accademie scientifiche del mondo, e dagli studi galileiani sulla caduta di gravi, affronta il difficile concetto del vuoto in maniera ludica e coinvolgente. Durante il laboratorio, grazie a una macchina per creare il vuoto, si mostreranno alcuni spettacolari fenomeni fisici che si possono verificare in assenza d’aria. Le famiglie che partecipano a tre attività di “A tutta scienza!”, per l’ultima non pagheranno il biglietto d’ingresso, ma solo 3 Euro a persona per l’attività didattica. Per avere diritto alla promozione, è necessario conservare i biglietti d’ingresso e delle attività effettuate e mostrarli alla biglietteria del museo. Per prendere visione del programma completo, clicca qui . Info e prenotazioni: Dal lunedì al venerdì ore 9:00 – 18:00; sabato ore 9:00 – 13:00055 265311 / weekend@museogalileo.it

Biblioteche e Archivi della Città di Prato e Provincia. Anche quest’anno torna Un Autunno da sfogliare, la rassegna realizzata dal Sistema Bibliotecario Provinciale Pratese con il sostegno congiunto del Comune di Prato e della Regione Toscana. Fino al 27 dicembre 2018, vengono proposti oltre 170 appuntamenti all’insegna del piacere della lettura e non solo: conferenze, incontri, presentazioni di libri, laboratori per bambini e famiglie, attività espositive, rassegne tematiche. Da segnalare la sezione speciale “Fila a leggere” con la quale l’edizione 2018 di Un Autunno da sfogliare partecipa alla campagna sulla biodiversità promossa dalla Regione Toscana “Ottobre. Un mese bibliodiverso per leggere in Toscana”. Tutte a ingresso gratuito. Per il programma completo, clicca quiInfo: 0574.183 7828 – 7800 / lazzerini@comune.prato.it

Articoli simili