SCRITTORI RACCONTANO SCRITTORI

Scrittori raccontano Scrittori è un progetto, curato da Alba Donati, e Gloria Manghetti, rispettivamente presidente e direttrice del Gabinetto Scientifico Letterario G. P. Vieusseux, posto sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact, il patrocinio del Comune del Firenze e realizzato con il determinate contributo della Fondazione Cr Firenze, che rientra nel percorso di avvicinamento ai 200 anni dalla fondazione della prestigiosa istituzione culturale fiorentina. Fondata da Giovan Pietro Viesseux, banchiere, mercante ed editore protestante di origine ginevrina, ebbe la sua prima sede a Palazzo Buondelmonti, in piazza Santa Trinita. Inizialmente si trattava di un punto di lettura (Gabinetto di Lettura, come si diceva un tempo) dove, su abbonamento si potevano leggere le pubblicazioni provenienti da tutta l’Europa. Tra i suoi frequentatori, personaggi illustri, quali: Giacomo Leopardi, Alessandro Manzoni, Arthur Schopenhauer, Fëdor M. Dostoevskij, David H. Lawrence e André Gide. Di proprietà del Comune di Firenze dal 1921, dal 1940 ha sede a Palazzo Strozzi, mentre la pubblicazione della rivista “Antologia”, fondata da Vieusseux nel 1820 e soppressa da Leopoldo II nel 1833, ha poi proseguito dal 1866, con la pubblicazione “Nuova Antologia”, che ne è stata la sua ideale continuazione, ed oggi è curata dalla Fondazione Spadolini Nuova Antologia. Numerosi e di primaria importanza, per la cultura italiana e non solo, sono i fondi di biblioteche private, carteggi e manoscritti che conserva. Dal 1929 al 1938 ne fu presidente, il poeta, scrittore e premio Nobel per la letteratura nel 1975, Eugenio Montale.

Dopo aver fatto questa doverosa presentazione dell’istituzione, possiamo tornare a parlare del progetto, giunto quest’anno alla sua seconda edizione. Si tratta di un ciclo d’incontri, in base al quale, ogni anno dieci scrittori e scrittrici, tra i più rilevanti del nostro paese, scelgono un Autore del Novecento, da raccontare ai ragazzi, non prima però, di aver consultato i preziosi documenti conservati nell’Archivio Contemporaneo “A. Bonsanti” del Gabinetto G. P. Vieusseux alla ricerca di qualcosa di nuovo. Scrittori e scrittrici scelgono un autore compagno-a, maestro-a, di cui raccontare la storia, la figura intellettuale, il percorso, la vita, i libri partendo dalla consultazione delle carte (oltre 150 i fondi conservati).

Obiettivo dell’iniziativa è portare gli studenti delle scuole secondarie di II grado, ad ascoltare 10 lezioni eccellenti, tenute da alcuni dei migliori scrittori del panorama contemporaneo italiano su 10 scrittori di ieri, e più in generale arrivare a sensibilizzare le giovani generazioni, perché possano conoscere da vicino, “da dentro” la letteratura, e così recuperare l’amore per la cultura umanistica, vero primo patrimonio del nostro paese. Il progetto, partito lo scorso 20 gennaio con l’incontro di Mauro Covacich su Italo Svevo; cui hanno fatto seguito, a febbraio, quelli di Antonio Moresco su Federigo Tozzi, Federica Manzon su Umberto Saba e di Giorgio Vasta su Giuseppe Fenoglio, prevedono per marzo quelli di: Maria Pia Veladiano su Eugenio Montale (sabato 3), Michele Mari su Carlo Emilio Gadda (sabato 10), Alessandro Zaccuri su Carlo Betocchi (sabato 17), Francesca Manfredi su Dino Buzzati (sabato 24). E, nel mese di aprile, quello di Valeria Parrella su Anna Maria Ortese (sabato 7) e Alessandra Sarchi su Paolo Volponi (sabato 14). Ogni incontro si tiene a Palazzo Strozzi, in Sala Ferri, alle ore 11.00; e, seppur dedicato al pubblico studentesco, è aperto a tutti gli interessati, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Info: 055.288342 – www.vieusseux.it

Articoli simili