Io dentro gli spari

Io dentro gli spari
Silvana Gandolfi – 2012 Salani.

Santino vive in un piccolo paese in provincia di Palermo. Il padre lo porta spesso con sé quando incontra certi amici, dice che la sua presenza può fargli comodo, ma non lo lascia mai scendere dalla macchina mentre sta fuori a parlare con loro. Lucio vive nella periferia di Livorno con la madre e la sorellina.

È lui l’uomo di casa, anche se ha solo undici anni. La piccola Ilaria non ha mai conosciuto il padre, che lavora in Venezuela. Ma perché non scrive e non telefona mai? Lucio lo sa, è il suo segreto. Ci sono tante cose che Santino non capisce, mentre Lucio ne capisce fin troppe. Qual è il punto d’incontro tra queste due vite, così diverse da quelle di tutti gli altri ragazzi?

Il pensiero va a tutte le piccole vittime uccise dalla mafia, e penso anche ai figli di magistrati, poliziotti, giornalisti ammazzati dai mafiosi.
Proprio dai bambini deve partire il riscatto, contro l’influenza di un modello criminale che parla di soldi facili e violenza.
” Don Luigi Ciotti

Silvana Gandolfi vive a Roma dall’età di dodici anni. Dopo aver scritto il suo primo libro per ragazzi è andata a riposarsi in Nepal, dove è stata azzannata al polpaccio da una scimmietta, ma dove ha tratto anche l’idea per Pasta di Drago. Trascorre molto tempo a Venezia, città contemplativa, abitata da gatti con gli occhi magici che l’hanno ispirata per Occhio al gatto. Ha scritto novelle, romanzi d’amore, racconti per la radio, ma ora si dedica soprattutto ai libri per bambini. Scrittrice popolarissima tra i piccoli lettori, nel 1996 si è aggiudicata il prestigioso Premio Andersen per la letteratura per l’infanzia. Divide il suo tempo tra i viaggi e la scrittura, a cui si dedica ora nella sua casa vicino al Tevere ora in un piccolo albergo alle Seychelles.

Articoli simili