All’Opera: gli spartiti ed i brani de L’Italiana in Algeri

In vista dell’incontro con il maestro di musica vi proponiamo le registrazioni audio, gli spartiti, e i testi dei brani da cantare in teatro.
Il primo è il coro “Viva il grande Kaimakan”, adattato e appositamente ridotto dal M° Giuseppe La Malfa.
Per il secondo coro è stato invece fatto un lavoro originale sulle note della famosa Ouverture de “La Gazza Ladra” di Rossini, per la quale Manu Lalli ha scritto un testo e il M° Giuseppe La Malfa ne ha curato la riduzione per voci bianche.
Di questo coro troverete una parte in grassetto e una parte in corsivo e dovrete fare attenzione a distinguere le due sezioni poichè la parte in grassetto verrà cantata sia dai bambini in palcoscenico che da quelli presenti come pubblico, mentre la parte in corsivo verrà cantata solo dai bambini in palcoscenico. Nella registrazione audio il brano viene cantato per intero, quindi sia la parte del palcoscenico che quella della platea. Ascoltandolo dovrete far attenzione ad individuare, seguendo lo spartito o il testo, le parti da eseguire.

CORO KAIMAKAN – ITALIANA IN ALGERI (G. Rossini, Testo A.Anelli)

Viva il grande Kaimakan
protettor del gran sovran
colla forza dei leoni
coll’astuzia dei serpenti,
generoso il ciel ti doni
faccia franca e buoni denti
Protettor del gran sovran
Viva il grande Kaimakan
Protettor del gran sovran
Viva il grande Kaimakan
Viva, Viva, viva il grande Kaimakan
Viva, Viva, viva il grande Kaimakan
(TUTTI)

Scarica spartito

Scarica la traccia audio (tasto destro, salva con nome..)


 

CORO QUESTA E’ UN’OPERA! (G.Rossini, Testo M.Lalli)

Questa è un’opera italiana
Cara all’alma e mai lontana
È l’imago che seduce
L’astro in cielo che dà ardir
che dà ardire ai nostri dì, ai nostri dì.
Se ne va di gente in gente
per il cuore e per la mente
e riscalda con ardore la tua speme dei bei giorni qui a venire.
E gloriosi sono gli anni che da quando fu creata
sempre incontra grandi folle
delle quali scalda i petti e l’ugola d’or,
scalda i petti e l’ugola d’or,
i petti e l’ugola d’or
Da perduti ameni tempi
a noi narra della vita
Con le note ci racconta alfin tragedia e amor,
la tragedia e infin l’amor,la tragedia e alfin l’amor, e alfin l’amor.
Tutti la voce in su -Tutti la voce in giù (TUTTI)
ed il canto che d’incanto narra parla canta ci racconta e ci regala(solo palcoscenico)
Tutti la voce in su – Tutti la voce in giù (TUTTI)
e tenzoni ed abbandoni luci ed ombre gioie che ci fanno risvegliar!
Se l’ode antica tu porti a memoria
tu mai scordarla di certo potrai
piccolo dono di lieta speranza, dei sogni la speme,
nel cuore nel petto per sempre tu avrai!
Gaie risate, guerre ed amore voi regalate a noi che l’udiam.
fughe pazzesche, fragili gigli, cicci pasticci con belle sopran.
Se tu ci segui in questo cimento poi con il tempo tu forte sarai.
Un campanello qui nella testa vivo e brillante così sentirai!(solo palcoscenico)
Ah! Si Desti già
E noi faremo trionfar serenità
di musica e palpiti per dì futuri,
bellezza e beata, fraterna, viva, gioiosa
felicità, felicità, felicità !!!
Sì con musica e palpiti felicità!(TUTTI)

 


Scarica spartito

Scarica la traccia audio (tasto destro, salva con nome)