Sui passi del Pellegrino

Sui passi del pellegrino lungo le vie Romee. Camminare, conoscere, crescere

I

n un mondo in cui si tende sempre di più alla velocità e alla tecnologia, riscoprire il valore del viaggiare a piedi può aiutarci a riappropriarsi di ritmi meno serrati e dedicarsi ad osservare il mondo che ci circonda. Il percorso didattico si concentra sul concetto di pellegrinaggio dal medioevo al mondo contemporaneo: come si è trasformato nel tempo il significato di viaggio a piedi?

I ragazzi compiranno un vero e proprio “cammino” virtuale in aula, e poi direttamente sul campo vestendo i panni di quei personaggi che costellano il mondo del pellegrinaggio. Attraverso il confronto tra i diari dei pellegrini di un tempo e dei blog dei camminatori odierni sarà possibile mettere in luce la complessità di questa esperienza, carpendo quegli aspetti che rendono il pellegrinaggio un atto di ricerca interiore. Durante i 3 incontri i ragazzi avranno l’opportunità di comprendere l’importanza che ha avuto questo fenomeno per la crescita di una cultura europea contribuendo all’ interscambio dei saperi e all’incontro dei popoli.

Finalità del progetto
  • Valorizzare il territorio locale e le sue peculiarità storiche in connessione con il fenomeno del pellegrinaggio, cercando di cogliere i suoi effetti nell’organizzazione del paesaggio;
  • Rendere consapevoli dell’effetto di interscambio culturale favorito dal pellegrinaggio, soffermandosi su come esso abbia contribuito alla creazione dell’identità europea;
  • Fornire uno spunto di interdisciplinarietà tra storia e geografia;
  • Creare richiami e collegamenti tra i modi di orientarsi del passato e del presente;
  • Comprendere il senso del viaggio a piedi compiuto dai pellegrini di oggi e individuare differenze e affinità con il pellegrino medievale;
  • Sviluppare lo spirito creativo ed espressivo ed incentivare l’autostima dei partecipanti.
Contenuti e metodologie

Il percorso didattico si svolgerà in tre incontri della durata di 2 ore ciascuno. L’attività didattica sarà preceduta da un incontro preliminare dedicato agli insegnanti, durante il quale sarà possibile approfondire il tema di progetto con un esperto e storico medievale:

  • primo incontro (2 ore) in aula. L’incontro introdurrà i ragazzi alle tematiche dei pellegrini e delle strade di comunicazione medievali. La metodologia utilizzata sarà quella della lezione frontale corredata da immagini e mappe d’epoca. L’attività potrà essere arricchita dall’intervento in aula di un pellegrino moderno che racconterà la propria esperienza di viaggio.
  • secondo incontro (2 ore) in aula. L’incontro sarà incentrato sulla lettura e il confronto tra le testimonianze raccolte nei diari dei pellegrini del passato e nei blog dei pellegrini moderni. Questo materiale costituirà la base per definire i ruoli dei vari personaggi che il pellegrino incontrerà durante l’uscita.
  • terzo incontro (3 ore) all’aperto. L’incontro si svolgerà nella forma di un gioco di ruolo itinerante come simulazione del pellegrinaggio. La classe avrà l’opportunità di immedesimarsi nell’esperienza di viaggio di un pellegrino, prima medievale e poi contemporaneo, grazie al lavoro preliminare svolto in aula e con l’ausilio di travestimenti “di scena”.

Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi.

Italo Calvino

Info e Contatti

Cod. 79Leggi la scheda su le Chiavi della Città

destinatari scuola primaria 3e, 4e e 5e e scuola secondaria di 1°grado classi

referente Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze, Servizio Attività Educative e Formative, Ufficio Progetti Educativi, 055 2625704

predisposto da Associazione Culturale Sconfinando, in collaborazione con PortaleRagazzi.it di Ente Cassa di Risparmio di Firenze e l’Assessorato all’Educazione, Ufficio Progetti Educativi

sede Via Aretina, 125

telefono 339 7174469 Francesca – 3208259571 Eleonora – 3899959482 Elisabetta

web/e-mail
www.sconfinandointoscana.it / didattica@sconfinandointoscana.it