Novità sull’uso degli smarthpone in classe

Uso dei device nei luoghi e negli orari dell’attività didattica per studenti e insegnanti: è in arrivo il divieto?

L’uso dei cellulari, e più in generale dei device, in classe è una questione che da molto tempo divide l’opinione pubblica. PortaleRagazzi.it ne ha parlato in più di un’occasione, vedi: Cellullari e Smartphone sì o no a Scuola?  e PNSD e Utilizzo dei Cellulari a Scuola , invitando sempre studenti, insegnanti e genitori a lasciarsi guidare dal buon senso. Il 26 gennaio, l’ANSA ha dato notizia di due nuove proposte di legge.

La prima, a firma di Giorgia Latini (Lega) e la seconda dell’ex Ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini (FI). In caso di approvazione, l’ipotesi è quella di lasciare i cellulari in presidenza e per le chiamate di emergenza far riferimento alla segreteria. Tutto chiaro allora? Beh, non esattamente. Marco Bussetti (Lega), Ministro dell’Istruzione, ha dichiarato: “L’utilizzo dei device per quanto riguarda la didattica è uno strumento fondamentale e quindi sono a favore al loro uso, ma soprattutto ho fiducia nei nostri studenti e insegnanti, che nell’ambito dell’autonomia di ogni scuola, sapranno prevedere misure organizzative tali da prevenirne un uso scorretto”. Al momento, quindi, non possiamo che attendere, e, come al solito, confidare nel buon senso da parte di tutti, a partire da quello dei nostri legislatori.

Articoli simili