La ‘Dieta mediterranea’? L’Homo sapiens la ‘seguiva’ già 30.000 anni fa

’30.000 anni fa la prima farina. Alle origini dell’alimentazione’. La Prima Farina.
Lo documenta la mostra promossa da Ente Cr Firenze, Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Soprintendenza Archeologia della Toscana in occasione di Expo 2015

Dalla scoperta della farina ‘gluten free’ del Paleolitico nuovi scenari per lo studio dell’ alimentazione moderna
Da venerdì 18 settembre al 3 gennaio allo Spazio Mostre-Via Bufalini 6 – Firenze. Ingresso libero

E’ infatti emerso che l’uomo preistorico era più vegetariano di quanto fino ad oggi fosse noto e già 30.000 anni fa si nutriva di farine ricavate macinando varie piante selvatiche; potremmo dire che già ‘seguiva’ la Dieta mediterranea!. Sono alcune delle clamorose scoperte documentate nella mostra ’30.000 anni fa la prima farina. Alle origini dell’alimentazione’. La Prima Farina. Allestita da venerdì 18 settembre al 3 gennaio allo Spazio Mostre dell’Ente CR Firenze a cura di Anna Revedin dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Biancamaria Aranguren della Soprintendenza Archeologia della Toscana e di Fabio Santaniello dell’ Università di Trento.

Si tratta della rappresentazione, con un forte taglio divulgativo e anche scenografico, dei primi risultati del progetto di ricerca dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria ‘Le risorse vegetali nel Paleolitico’ condotto da Revedin in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia della Toscana e con il Dipartimento di Biologia dell’Università di Firenze e reso possibile dal contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Tutto è nato dalla scoperta di una macina, usata per produrre la più antica farina della storia, e di un macinello-pestello avvenuta nel1992, tra i circa 40.00 manufatti rinvenuti in uno scavo in località Bilancino, nel Mugello, oggi sommerso da un invaso artificiale che fornisce l’acqua a Firenze. Le analisi condotte su questi oggetti, e sui sedimenti che ancora erano presenti, hanno infatti rivelato che i nostri progenitori del Paleolitico superiore erano già in grado di trasformare, elaborare e consumare prodotti derivati dalla raccolta dei vegetali selvatici, creando in qualche modo le premesse tecniche per un processo che diventerà parte integrante della ”invenzione” dell’agricoltura, circa 10.000 anni fa.

Orario di apertura:
Dal lunedì al venerdì 9.00-19.00
Sabato e domenica 10.00-13.00/15.00.19.00

Informazioni
Segreteria mostra 0555384001-Segreteria IPP 0552340765

Visite Guidate
Prenotazione scuola, famiglie e gruppi: sar-tos.servizieducativi@beniculturali.it

Info 055 2357743 – 3351449237
Servizi educativi Soprintendenza Archeologica: Luca Fedeli, Angela Turchetti