Progettiamo e costruiamo un robot. La conclusione delle attività.

robolego_conclusione.gifMercoledì 27 maggio presso il Saloncino del Teatro della Pergola, si è svolto l’evento finale del laboratorio “Progettiamo e costruiamo un robot”.
Gli alunni delle classi coinvolte nell’attività si sono riuniti per presentare i risultati di 4 mesi di lavoro, per presentare i loro robot.


Sul palco si sono alternati gruppetti di alunni rappresentanti le varie classi; dai più piccoli di 9-10 anni, ai più grandi di 13-14, i ragazzi non hanno esitato ad impugnare il microfono per esporre gli esiti del loro lavoro, con entusiasmo, preparazione e tanta voglia di divertirsi.

Elenchiamo nuovamente le classi che hanno partecipato:
 

  • Primaria Fanciulli (Circolo 7) – Classe IVA (Ins. Paola Amadio);
  • Primaria Balducci (IC Manzoni-Baracca) – Classe V B (Ins. Maria Paola Giusti), Classe IV C   (Ins. Paola Aureli);
  • Secondaria 1°gr P.Uccello (IC Gandhi) – Classe 3^B (Ins. Renata Carri, Giovanni Sallustio);
  • Secondaria 1°gr Carducci (IC Centro Storico) – Classi 3^A, 3^E, 3^G (Ins. Silvia Giovannini);
  • Secondaria 1°gr Pirandello (IC Pirandello) – Classi 1^A, 2^A, 3^A (Ins. Renzo Proietti).

RobotLego
All’incontro hanno partecipato anche l’assessore Daniela Lastri, il vice presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze Giampiero Maracchi ed il direttore del Teatro della Pergola Riccardo Ventrella.

Oltre alla ricca galleria fotografica, riportiamo qui a titolo di esempio, il testo scritto e poi letto davanti alla platea dall’alunno AndreaS:


“Il robot è una macchina in grado di svolgere compiti automatizzati attraverso un programma predefinito a comandi forniti attraverso la supervisione dell’uomo o anche usando tecniche d’intelligenza artificiale. Inoltre spesso è dotato di capacità percettive, di ragionamento che permettono di interagire con l’esterno.

Un robot è tutto questo, ma è anche l’invenzione del futuro: perché può essere applicato in tutti i campi dalla medicina allo studio del nostro corpo. Per adesso si sono ottenuti ottimi risultati, ma con un maggiore studio si potrebbero raggiungere nuovi obbiettivi.

 

Si pensa che quando verrà inventata l’intelligenza artificiale i robot prenderanno il sopravvento sugli umani, ma per questo basterebbe trovare un rimedio come si è fatto con numerose malattie.
I robot renderanno le nostre vite migliori, ma come tutte le cose avranno lati negativi.
Penso che questo corso tenuto in alcune scuole abbia aperto gli occhi ai ragazzi, facendoli capire che il robot non è qualcosa di autonomo e di super potente ma qualcosa che deve  svilupparsi  ancora del tutto. Questo corso su i robot ha permesso ai ragazzi o quantomeno a me di capire meglio come funzionano e quali sono i limiti dei robot, ma soprattutto come superare questi limiti. Certo non si riuscirà a far volare un robot da un giorno all’altro ma con gli anni si potrà fare questo ed altro..
”.
 
Ringrazio vivamente  tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questa attività presso l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ed il Comune di Firenze; un ringraziamento a  Carlotta Bizzarri dell’Università degli Studi di Firenze (Dipartimento di Scienza della Politica e Sociologia); ringrazio caldamente le insegnanti e gli insegnanti che, vinte le perplessità e la preoccupazione iniziali in merito alla buona riuscita dei laboratori, hanno dimostrato che anche per chi è digiuno di nuove tecnologie, la progettazione, la costruzione e la programmazione di un robot,  rappresentano un’attività didattica altamente formativa sotto tanti diversi punti di vista.

Infine tanti e tanti ringraziamenti e complimenti ai ragazzi, che pur nell’ambito di un’attività prettamente ludica, hanno dimostrato interesse nel voler comprendere ed approfondire le loro conoscenze delle nuove tecnologie, non solo come utilizzatori finali di prodotti e servizi, ma come parte integrante della loro progettazione e realizzazione.

Ci vediamo a settembre per l’inizio del prossimo anno scolastico, con la riproposizione del laboratorio “Progettiamo e costruiamo un robot” di Portale Ragazzi su Le Chiavi della Città.

A questa pagina la gallery con le immagini della giornata.