Cento Itinerari più uno, edizione 2008 / 2009

 ATTENZIONE: Questo articolo è stato archiviato. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Cento Itinerari più UnoAttraverso il progetto “Cento Itinerari più Uno”, l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze intende guidare i giovani in un viaggio ideale alla scoperta delle tradizioni e delle bellezze storico-artistiche e naturalistiche della terra toscana.

Ai nostri tempi accade che si senta l’esigenza di ritrovare il senso delle nostre origini e di ridefinire, basandosi sul monito che ci viene dal nostro passato e dalle nostre tradizioni, il vero senso delle cose. L’esigenza del ritorno a una dimensione locale e a una viva consapevolezza del valore della propria identità diviene il motivo conduttore di una serie di attività che coinvolgono i giovani e li rendono partecipi di un nuovo modello di sviluppo basato sul senso della comunità e sulla coscienza della forza delle proprie radici.

“Cento Itinerari più Uno” è alla sua quarta edizione. Muovendoci per territori omogenei, abbiamo già visitato, durante il nostro lungo percorso, l’Empolese Valdelsa, il Chianti e Dintorni, il Valdarno. Quest’anno ci troviamo nel Mugello e nella Val di Sieve, territori caratterizzati da paesaggi di notevole suggestione che hanno ispirato celebri artisti e letterati del passato e dell’epoca contemporanea.

Tra le attività di Cento Itinerari più Uno, che prendono avvio da uno studio attento dell’area e dalla costruzione di un dialogo aperto con i soggetti istituzionali, i bandi di concorso per le scuole per la costruzione di itinerari, un corso di formazione professionale, una pubblicazione, un video che racconta il Mugello e la Val di Sieve attraverso la tourné di tre giovani musicisti. Dai concorsi per le scuole alla mostra multimediale un filo unisce tutte le iniziative del progetto, il filo della conoscenza e della scoperta della nostra terra. 

Mostra:

In Volo dal Mugello alla Val di Sieve

Mugello Val di SieveA Villa di Poggio Reale a Rufina i resoconti di giovani esploratori

Spazi policromi e linguaggi contaminati offrono rappresentazioni, chiavi di lettura e riflessioni su un territorio assai prossimo, alle porte di Firenze, il Mugello e la Val di Sieve.

L'occhio, nel procedere nel percorso espositivo, coglie le forme, i colori, le evoluzioni: voli dall'alto ne disegnano i contorni, foto e disegni scrutano i dettagli, cortometraggi e interviste ne raccontano la storia ordinaria e straordinaria.

Idee e immagini di itinerari attraversano le cinque stanze, contenitore del viaggio, fermano il tempo in brevi istantanee, lo riavviano nel confronto con il nuovo, con il cambiamento. Il tutto animato da ritmi musicali di altri luoghi.

Occhi e mani di bambini, di ragazzi, dall'infanzia sino all'adolescenza, alla scoperta della loro identità che proprio qui, nei luoghi del loro quotidiano, prende l'avvio.

PDFScarica la brochure (2,5 Mb)