Un museo per capire la natura, Anno Scolastico 2011/2012

altChe cos’è un Museo? Quando e perché andare al Museo? Come funziona? Quali sono in particolare le funzioni di un Museo di Storia Naturale? Un’affascinante e divertente introduzione al complesso mondo dei Musei di Storia Naturale per comprenderne e conoscerne direttamente il ruolo nella recente storia delle scoperte, del collezionismo e della divulgazione.

In questo progetto gli alunni sperimenteranno cosa voglia dire passare dal concetto di “collezione” a quello di “museo” con due lezioni/laboratorio ed una visita ad una Sezione del Museo di Storia Naturale di Firenze. Gli ambiti scientifici in cui si svolgerà il percorso quest’anno sono, oltre l’Antropologia e la Botanica, la Mineralogia e la Paleontologia. Nel primo incontro i ragazzi giocheranno assumendo le vesti del Direttore e di altre figure importanti di un Museo, iniziando con un divertente e semplice gioco di ruolo e con l’ausilio di materiali multimediali. Il percorso continuerà con una seconda esperienza in classe, che cambierà a seconda del percorso prescelto (Antropologia, Botanica, Mineralogia o Paleontologia), per terminare poi in una visita che avrà lo scopo di evidenziare, nel concreto, quanto emerso nel primo incontro secondo le tematiche specifiche delle scienze naturali.

Gli alunni potranno conoscere e capire il Museo di Storia Naturale insieme a Giglio e Fiorenza, due giovani studiosi alle prese con le meraviglie della natura, seguendoli sulla community WE:P. Guidati dal magico Filo, un personaggio che di volta in volta si plasma per rispondere alla loro curiosità, Giglio e Fiorenza vivranno fantastiche avventure tra i reperti dell’Orto Botanico e delle Sezioni di Botanica, di Geologia e Paleontologia, di Antropologia ed Etnologia e la Mostra “Cristalli”.
In questo anno scolastico Giglio, Fiorenza e Filo saranno i testimonial dei laboratori: “Quanto siamo diversi nella nostra varietà”, “Quando la Terra diventa Arte”, “La Toscana di una volta“ e “La biodiversità: testiamola con l'erbario!”, con i quali impareranno ad apprezzare la diversità nella Natura.

Le Chiavi della Città (Cod. 103)