Archivio progetti

Officina Musica. Edizione 2008 / 2009

30 Gen 2009

Officina Musica

Officina Musica è il progetto sviluppato da Tempo Reale , in collaborazione con Agenzia Scuola (ex IRRE) di Firenze per la diffusione di Laboratori acustico-elettronici di creazione musicale nella scuola dell'infanzia, elementare e media, associati a incontri di formazione per insegnanti. Il progetto è realizzato con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze ed il supporto di PortaleRagazzi.it .

 
Info: info@centrotemporeale.it

 

La Fabbrica di Orfeo

Un bambino impegnato nella creazione sonora con gli strumenti digitali, scuola media "L. Da Vinci, Lastra a Signa, Firenze (progetto "La Fabbrica di Orfeo, 2007/08, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze)

 

1. Il Progetto
1.1 Linee Guida

Premessa

Officina Musica è frutto di un percorso già avviato da diversi anni di diffusione nella scuola elementare e media di pratiche di creazione sonora e musicale attraverso l’utilizzo di strumenti sia acustici che elettronici, secondo modalità collaborative, autoriali, interdisciplinari.
Crescere in Musica è il progetto di esplorazione musicale con le tecnologie digitali rivolto espressamente alla scuola dell'infanzia proposto da Agenzia Scuola di Firenze (ex IRRE), in collaborazione con Tempo Reale.

Entrambi i progetti sono realizzati grazie al contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Tempo Reale e Agenzia Scuola hanno creato una forte sinergia al fine di proporre alle scuole un progetto unico, ampio e articolato, in grado di rivolgersi a tutto l'arco curricolare: laboratori acustico–elettronici per bambini della scuola dell'infanzia, elementare e media, associati a cicli di incontri di formazione per insegnanti. Il nome del progetto unico è Officina Musica

Progetto Gamelan Progetto Gamelan
Microfonista impegnato ad acquisire il suono dei compagni strumentisti dal vivo, bambini della scuola elementare Kassel, Firenze (progetto "Gamelan_01, 2006/07, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze Strumentisti impegnati a stropicciare la carta intorno ad un microfono su asta, bambini della scuola elementare Kassel, Firenze (progetto "Gamelan_01, 2006/07, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Descrizione

L’iniziativa nasce dall'intento di offrire un contributo concreto alla generalizzata carenza di offerta formativa sul piano dell’educazione musicale. Il progetto mira a sviluppare nei bambini e nei ragazzi le capacità di utilizzare la musica quale strumento per porsi in relazione positiva con l'altro e per esprimere la propria identità. Sul piano musicale e didattico, in particolare, l’obiettivo è quello di portare i bambini ad organizzare il suono in strutture musicali coerenti, e di formare gli insegnanti affinché potranno, in seguito, condurre in autonomia questi laboratori musicali acustico-elettronici.  

1.2 Azioni e destinatari

L’intervento si articola in quattro azioni, indirizzate alle classi e agli insegnanti delle scuole dell'infanzia, elementare e media della città e della provincia di Firenze. Il numero previsto di destinatari coinvolti è di circa 520 bambini e ragazzi e circa 40 insegnanti. Azioni e destinatari sono così articolati:

1.   "Polo media", per una scuola media. Si tratta di  laboratori acustico-elettronici con i bambini con performance finale, insieme ad incontri di formazione per insegnanti in laboratorio e ad una fase di follow up (laboratori condotti in autonomia dagli insegnanti e incontri di tutoraggio). Il numero di utenti previsto è di 3 classi (circa 60 ragazzi) e 6 insegnanti.

2.    "Polo infanzia", per una scuola dell'infanzia. Si tratta di laboratori acustico-elettronici con i bambini e formazione per insegnanti in laboratorio. Il numero di utenti previsto è di 4 gruppi (circa 60 bambini) e 2 insegnanti.

3.    "Day-lab", per cinque scuole elementari. Quest'azione ha la durata di un giorno in cui si concentra la fase di laboratorio acustico-elettronico per bambini e l'incontro di feedback con le insegnanti. Il numero di utenti previsto è di 4 classi ognuna (circa 80 bambini, per un totale di 400 bambini) e 4 insegnanti ognuna (per un totale di almeno 20 insegnanti).

4.    "Formazione introduttiva". Si tratta di una serie di incontri di formazione per un gruppo di 12 insegnanti dedicati all'utilizzo delle tecnologie digitali per la creazione musicale a scuola.

Progetto Gamelan - Scuola Kassel Progetto Gamelan - Scuola Kassel
Direttore impegnato a dirigere la propria orchestra elettro-acustica, bambini della scuola elementare Kassel, Firenze (progetto "Gamelan_01, 2006/07, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) Direttore impegnato a dirigere la propria orchestra elettro-acustica durante la performance dal vivo, Teatro la Pergola, 15 marzo 2007, bambini della scuola elementare Kassel, Firenze (progetto "Gamelan_01, 2006/07, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze)

1.3 Obiettivi

Obiettivi generali

Il progetto vuole offrire un contributo allo sviluppo e alla diffusione di attività didattiche orientate a accrescere la sensibilità e l’attenzione verso il suono.
A tal fine viene messo a punto un ambiente acustico-elettronico costituito sia da strumenti software progettati espressamente per il bambino e il ragazzo, che da strumenti acustici scelti.

Obiettivi specifici

L'iniziativa si propone di sviluppare nel bambino  il gusto e la sensibilità verso il suono e la capacità di cogliere le relazioni tra i suoni, all’interno di un insieme formalmente definito, attraverso un'attività di elaborazione sonora e creazione musicale.
Inoltre, sul piano della formazione degli insegnanti, si propone di sviluppare conoscenze teoriche e competenze operative per poter condurre in autonomia i laboratori di creazione sonora proposti, e progettare, intorno ad essi, unità didattiche di carattere interdisciplinare, correlate alla programmazione curriculare.

La fabbrica di Orfeo  La fabbrica di Orfeo

 Ragazzi impegnati nell'elaborazione elettronica del suono con gli strumenti digitali, Scuola media "P. Uccello", Firenze (progetto "La fabbrica di Orfeo", con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) 

1.4 Materiali e strumenti

Aspetto fondamentale del progetto è la dotazione hardware della scuola che può essere integrata da Tempo Reale a seconda delle azioni svolte. Per l'azione "polo media" e "polo infanzia" si utilizzano i 13 computer residenti nella scuola media con i seguenti requisiti minimi: PC con OS Windows XP, processore Pentium 2Ghz, ram 512) / MAC (requisiti minimi MacOS 10.3.9, processore G4 1,25, ram 512).
Per l'azione "daylab" e "formazione introduttiva" si utilizza la classe mobile Apple fornita da Tempo Reale: ibook g4 1 Ghz, Ram 512. Software (sviluppati appositamente da Tempo Reale e installati sui computer) per la visualizzazione interattiva del suono, registrazione ed editing, l'elaborazione in tempo reale, la composizione.


Anche l'impianto audio-video (parzialmente integrato da Tempo Reale) è determinante e deve prevedere mixer, 2 diffusori, microfoni e scheda audio, 1 cuffia stereofonica per bambino, un video proiettore (fornito dalla scuola).
Infine i bambini avranno a disposizione strumenti acustici, in parte forniti da Tempo Reale, in parte dagli insegnanti e forniti dalla scuola.

Progetto Gamelan  Progetto Gamelan

Strumenti acustici: grattugie, legnetti, pentolini metallici, ciotole di vetro e ceramica (progetto "Gamelan_01, 2006/07, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) 

La Fabbrica di Orfeo La Fabbrica di Orfeo

 Strumenti digitali: M_orph per l'elaborazione elettronica del suono (progetto "La fabbrica di Orfeo", con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze)



2. Le Azioni

Azione 1 – polo media

L'azione è rivolta a 3 classi di una scuola media e a 6 insegnanti.

Obiettivo specifico di questa azione è quello di costituire una "comunità di apprendisti", cioè un gruppo di lavoro, formato da classi di ragazzi ed i loro insegnanti, in grado di sviluppare in autonomia la pratica musicale proposta, proseguirla nel tempo e radicare quindi l’esperienza nell’Istituto stesso

L'attività si concentra in laboratori con le tre classi e performance finale, insieme agli incontri di formazione in laboratorio per insegnanti e il follow up di verifica.
Per quanto riguarda i laboratori si prevedono 13 incontri a cadenza settimanale, articolati in cinque moduli:

–    Esplorazione (3 incontri): per l'esplorazione degli strumenti acustici, degli strumenti digitali, del live electronics, e, infine, per la sperimentazione della formazione orchestrale

–    Produzione (3 incontri a gruppi separati): per la produzione di suoni con gli strumenti acustici, con l'elaborazione elettronica in tempo differito sugli strumenti digitali, con l'elaborazione elettronica live

–    Composizione (3 incontri a gruppi uniti): per la messa in forma musicale dei materiali prodotti, condivisa collettivamente, e rappresentata graficamente in notazione intuiva

–    Esecuzione: (3 incontri) per l'esercizio della buona esecuzione della "partitura" secondo la direzione di un ragazzo scelto dai compagni quale direttore

–    Esecuzione aperta (1 incontro): giornata dedicata all'esecuzione davanti a osservatori e invitati (modalità in corso di definizione)

La Fabbrica di Orfeo La Fabbrica di Orfeo

Ragazzi impegnati nell'elaborazione elettronica del suono con gli strumenti digitali, Scuola media "P. Uccello", Firenze (progetto "La fabbrica di Orfeo", con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) 

Per quanto riguarda la formazione sono previsti 6 incontri in orario pomeridiano da svolgersi in laboratorio, rivolti a tutti gli insegnanti coinvolti. Gli incontri sono finalizzati a mettere gli insegnanti in condizioni di partecipare attivamente ai laboratori con i ragazzi e, poi, di condurli in autonomia. I temi, pertanto, seguono la traccia dei temi affrontati in laboratorio.

Al termine del ciclo dei moduli è prevista un ciclo di follow up, costituita da
una breve e semplice unità didattica progettata e gestita in autonomia dagli insegnanti formati, articolata in 7 incontri, 3 incontri di tutoraggio, tenuti dal docente di Tempo Reale (un incontro di co-progettazione all’inizio, un incontro intermedio di controllo, un incontro finale di verifica), finalizzati a guidare gli insegnanti nello sviluppo della propria unità didattica.

Azione 2 – polo infanzia

 L'azione è rivolta ad una scuola dell'infanzia e articola il lavoro per 4 gruppi (ognuno di 14 bambini circa) e 2 insegnanti.

Obiettivo specifico di questa azione è quello di costituire un piccola "comunità di apprendisti", cioè un gruppo di lavoro, formato dagli insegnanti e dai bambini, in grado di proseguire in autonomia la pratica musicale proposta e radicare quindi l’esperienza nell’Istituto.

L'attività si articola in quattro incontri di laboratorio con le classi e quattro incontri di formazione in laboratorio per insegnanti.

Gli incontri di laboratorio, tenuti dai docenti di Tempo Reale si svolgono al mattino e nel primo pomeriggio, con cadenza bisettimanale, in modo tale da consentire agli insegnanti in formazione di condurre in autonomia gli incontri di ripresa e consolidamento. Gli incontri di laboratorio seguono uno schema diviso in quattro moduli.


–    Esplorazione: per l'esplorazione degli strumenti acustici e di alcune semplici possibilità di trasformazione del vivo (live electronics) gestite dall'insegnante

–    Produzione:per la produzione di suoni con gli strumenti acustici, ed elaborazione elettronica live, a partire, per esempio, da un pretesto narrativo

–    Composizione/esecuzione: per la messa in forma musicale, a partire dalla forma narrativa, dei materiali prodotti, e l'esercizio dell'esecuzione.

–    Esecuzione aperta: giornata dedicata all'esecuzione pubblica davanti a osservatori e invitati (insegnanti delle altre classi, alcuni bambini delle altre classi)

La Fabbrica di Orfeo
 
La Fabbrica di Orfeo

Bambini impegnati nell'elaborazione elettronica del suono con gli strumenti digitali, Scuola elementare "Ambrosoli", Firenze (progetto "La fabbrica di Orfeo", con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) 

Sono previsti inoltre 4 incontri di formazione da svolgersi in laboratorio in orario pomeridiano, finalizzati a mettere gli insegnanti in condizioni di partecipare attivamente ai laboratori con i ragazzi e, poi, di condurli in autonomia. I temi, pertanto, seguono la traccia dei temi affrontati in laboratorio.

Azione 3 – day~lab

 L'azione è rivolta a cinque scuole elementari o medie della città e della provincia di Firenze,  per 4 classi e relativi insegnanti, per un totale di  20 classi e almeno 20 insegnanti.

Obiettivo specifico di questa azione è quella di offrire ai bambini un'esperienza, seppur breve, di sperimentazione sonora con le tecnologie digitali, nelle scuole ancora prive di una dotazione informatica adeguata.
Inoltre, attraverso l'azione "day~lab" si vuole stimolare in insegnanti e dirigenti scolastici l'interesse verso questa attività sperimentale, nell'ottica di mobilitare risorse per l'adeguamento strumentale della scuola e creare le condizioni per lo sviluppo futuro di nuovi "poli" di attività, nuove comunità di apprendimento di bambini e insegnanti.

L'attività si articola in laboratori estemporanei di sperimentazione musicale con i bambini e incontri di scambio e feedback con le insegnanti, ed è costituita da giornate-laboratorio, una per ogni Istituto coinvolto, dedicate alla sperimentazione estemporanea di tecniche di elaborazione sonora e principi formali di composizione elettroacustica. Le giornate-laboratorio si svolgono nei mesi di marzo ed aprile 2009. L'articolazione oraria viene concordata tra insegnanti e docenti di laboratorio, e può variare in relazione alla collocazione della scuola (città o provincia).

Al termine dei laboratori è prevista nel pomeriggio, compatibilmente con gli orari della scuola, è previsto una breve raccolta feedback con gli insegnanti che hanno partecipato all'attività.

La Fabbrica di Orfeo  La Fabbrica di Orfeo

Bambini impegnati nell'elaborazione elettronica del suono con gli strumenti digitali, Scuola elementare "Ambrosoli" e Scuola media "Pirandello", Firenze (progetto "La fabbrica di Orfeo", con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) 

Azione 4 – formazione introduttiva

 L'azione è rivolta a 12 insegnanti delle scuole elementari e medie.
 
L'Obiettivo di quest'azione è quello di fornire agli insegnanti in possesso di alcune competenze di base (di ambito informatico e musicale) elementi concettuali e operativi per utilizzare a fini didattici gli strumenti digitali dedicati alla creazione musicale.

L'Attività si articola in sei incontri di formazione sull'utilizzo degli strumenti digitali per la creazione musicale. Si tratta di lezioni frontali e attività di laboratorio sia individuale che collettiva durante le quali verranno presentati i software "a misura di bambino" realizzati da Tempo Reale per le classi delle scuole elementari e medie. Dopo una prima illustrazione del funzionamento e le possibili applicazioni didattiche di questi software, si invita gli insegnanti a sperimentarli in prima persona e a proporre nuove attività didattiche.

Gli incontri si tengono presso lo Studio B di Tempo Reale e si suddividono a seconda dei temi trattati:

Incontro 1.
Caratteristiche delle principali categorie di software per la creazione musicale: strumenti per l'editing, per l'elaborazione del suono (in tempo differito e in tempo reale), per il montaggio audio, per la notazione.

Incontro 2.
Panoramica dei principali strumenti sviluppati da Tempo Reale per attività didattiche. Software per la registrazione, l'ascolto e l'analisi delle caratteristiche morfologiche dei suoni: funzionamento, applicazioni didattiche, sperimentazioni con gli insegnanti.

Incontro 3.
Software per la trasformazione in tempo reale (I); funzionamento, applicazioni didattiche, sperimentazioni con gli insegnanti.

Incontro 4.
Software per la trasformazione in tempo reale (II); funzionamento, applicazioni didattiche, sperimentazioni con gli insegnanti.

Incontro 5.
Software per il montaggio audio dal vivo; funzionamento, applicazioni didattiche, sperimentazioni con gli insegnanti.

Incontro 6.
Ripresa dei software precedenti "in catena" e discussione dei progetti proposti dagli insegnanti.

La Fabbrica di Orfeo  La Fabbrica di Orfeo

Insegnante impegnato nel guidare i propri bambini nell'elaborazione elettronica del suono con gli strumenti digitali, Scuola elementare "Ambrosoli" e Scuola media "Pirandello", Firenze (progetto "La fabbrica di Orfeo", con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze) 


CONDIVIDI:

Iscriviti

Newsletter

Rimani aggiornato con le ultime notizie di PortaleRagazzi.it

Accetto la Privacy policy

Ti potrebbe interessare anche..