Le Produzioni Agricole Edizione 2008/09

Produzioni AgricoleLa lunga storia della nostra civiltà è stata da sempre legata alle capacità dei nostri antenati di ricavare dal territorio tutto il necessario per la loro sopravvivenza. Dal cibo, al vestiario, agli strumenti per lavorare e costruire le proprie abitazioni.

 

Si era perciò instaurato uno stretto legame tra uomo ed ambiente che è all’origine del caratteristico paesaggio toscano: legame che però con la globalizzazione sta andando man mano scomparendo. L’obiettivo principale del progetto è quello di far meglio conoscere agli alunni e agli insegnanti, attraverso l’utilizzo del web, i legami esistenti fra i processi naturali, la ricchezza e la salvaguardia dell’ambiente, la valorizzazione del territorio e le pratiche agricole mirate alle produzioni non alimentari, come le fi bre tessili, i coloranti e il legname, che nella nostra regione, come altrove, hanno portato alla nascita ed allo sviluppo di tanti mestieri oggi quasi del tutto scomparsi.

 

Sul portale, dopo una breve introduzione generale, saranno resi disponibili tre diversi percorsi tematici, riguardanti le fi bre tessili (dall’allevamento ovino e la coltivazione di lino e canapa alle manifatture tessili toscane), il bosco (considerato sotto l’aspetto selvicolturale) o le piante aromatiche (in particolare le erbe offi cinali e la coltura del giaggiolo, un tempo tipica delle colline fi orentine).

 

Anche il materiale divulgativo per i ragazzi e quello di approfondimento per gli insegnanti saranno resi disponibili sul portale, dove attraverso un gioco interattivo sarà anche possibile per gli alunni verifi care le conoscenze acquisite. Infi ne per gli insegnanti e per gli alunni è prevista la possibilità di un contatto rapido con gli esperti, tramite e-mail. L’iniziativa s’inserisce nell’ambito di un piano d’intervento dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze volto a favorire l’approfondimento di temi legati al clima, all’ambiente e alle tradizioni, attraverso percorsi didattici che prevedono l’utilizzo del mezzo informatico.

 

{tab=Obiettivi}

Obiettivi:

 

  • Introdurre i ragazzi all’interazione tra ambiente, clima e produzioni agricole non alimentari
  • Far utilizzare internet e le strumentazioni digitali

  • Far conoscere come l’attività agricola infl uisca sulla qualità e la conservazione dell’ambiente in cui viviamo ed allo stesso tempo come l’ambiente abbia infl uito sulla nascita di alcuni mestieri tradizionali

  • Sottolineare l’importanza dei prodotti tipici locali nella sostenibilità ambientale e nella valorizzazione del territorio

{tab=Info}


Info:

Accademia dei Georgofili – Logge Uffi zi Corti

Istituto di Biometerologia di Firenze: Carolina Vagnoli 055 3033711,

Ente Cassa di Risparmio di Firenze – Portale Ragazzi: Alessandra Cavallini 055 2612856, Duccio Mannucci 055 2613351 info@portaleragazzi.it

 

Referente:

Assessorato alla Pubblica Istruzione – Interventi Educativi e Scambi Culturali, 055 2625686

Progetto promosso da:

Ente Cassa di Risparmio di Firenze – Portale Ragazzi, CNR – Istituto di Biometerologia di Firenze, Fondazione per il Clima e la Sostenibilità, Accademia dei Gergofi li, Assessorato alla Pubblica Istruzione di Firenze.

{tab=Percorsi} 

L’iniziativa è così articolata:

 

{slide=Per gli insegnanti} 

1° incontro – sarà illustrato il progetto e saranno fornite le basi scientifi che per la didattica in classe 

Relatori: Franco Scaramuzzi, presidente dell’Accademia dei Gergofi li, Giampiero Maracchi, Direttore del CNR – Istituto di Biometerologia di Firenze, Carolina Vagnoli, Responsabile per la Didattica del CNR – Istituto di Biometerologia di Firenze

Accademia dei Gergofi li – Logge Uffi zi Corti
10 marzo dalle ore 17.00 alle ore 18.30

 

2° incontro – a conclusione del percorso didattico. I docenti presenteranno i risultati raggiunti
dalle loro classi e si confronteranno con esperti.
Relatori: Giampiero Maracchi, Direttore del CNR – Istituto di Biometerologia di Firenze, Carolina Vagnoli,
Responsabile per la Didattica del CNR – Istituto di Biometerologia di Firenze; Alessandra Cavallini
e Duccio Mannucci, Capoprogetto e Responsabile di Redazione di Portale Ragazzi, ed altri esperti
di Portale Ragazzi
Accademia dei Gergofi li – Logge Uffi zi Corti
10 marzo dalle ore 17.00 alle ore 18.30

{/slide}

 

{slide=Per le classi} 

Gli insegnanti potranno scegliere, dopo una breve introduzione generale su criteri generali per la scelta di piante da coltivare e sulla vocazionalità produttiva dei vari tipi di ambiente presenti in Toscana, tra tre diversi percorsi, che saranno resi disponibili sul sito “Portale Ragazzi”.

Il percorso prevede due lezioni in classe, una in cui i docenti saranno orientati all’uso didattico di Portale Ragazzi ed una in cui saranno trattati specifi ci temi legati al percorso scelto, in una data che sarà concordata con l’insegnante.

 

Per stimolare l’approfondimento dei temi, verrà inoltre bandito un concorso “Crea il tuo volume: Le produzioni agricole e l’ambiente”. Alle classi che aderiscono all’iniziativa è richiesta la realizzazione di un testo di max 20 pagine, corredato di fotografi e e disegni, che illustri le tematiche affrontate. La classe che avrà realizzato il miglior lavoro vincerà una gita scolastica inerente ai temi suddetti. (Ecomuseo del Casentino, per il percorso riguardante il tessile, Museo di Casa D’Erci in Mugello per il percorso relativo al bosco, Aboca Museum, a San Sepolcro, per il percorso inerente alle piante offi cinali). I lavori migliori verranno pubblicati su www.portaleragazzi.it. 

{/slide}

 

Articolazione dei percorsi:

 

A. Le fi bre tessil

-Fibre animali e fi bre vegetali
-Dove coltivare/allevare piante/animali per fare tessuti
-Piante per colorare
-I mestieri artigiani legati alla produzione di tessuti (dal tosatore/coltivatore al tessitore)
-Ogni clima il suo tessuto

 

B. Il legname:

-Ogni clima il suo bosco

-Coltivare il bosco

-Per cosa si usa il legno (energia, cellulosa, costruzioni oggetti d’arte,mobili, utensili, etc.)

-Mestieri tradizionali legati ai boschi

 

C. Le piante aromatiche:

-Cosa sono e breve storia

-Piante per curarsi: dalle antiche botteghe degli speziali all’attuale omeopatia

-Piante per profumarsi: in particolare, la produzione e l’utilizzo del giaggiolo

-Piante per respingere gli insetti molesti

Relatori: Rappresentanti di Portale Ragazzi, esperti per la Didattica del CNR- Istituto di Biometerologia di Firenze scolastica da Periodo: dicembre 2008 a marzo 2009

Orario. scolastico 

 

Vai alla Scheda Il Bosco
Vai alla Scheda Le Fibre tessili
Vai alla Scheda Le Piante officinali

{tab=Requisiti del lavoro in classe}


Tutti i lavori, indipendentemente dall’argomento scelto, dovranno presentare:


1) una parte scientifico-botanica, che illustri le caratteristiche del territorio necessarie per la coltura agricola non alimentare prescelta e in quale parte della regione tali caratteristiche siano riscontrabili.
Nel caso dell’allevamento di animali da lana, quali siano le caratteristiche delle razze toscane ricollegabili al territorio e come gli animali venivano allevati e come lo sono oggi.


2) una parte di storia, che illustri come tale coltivazione si sia evoluta in Toscana e quali mestieri si siano sviluppati grazie ad essa


3) una parte che illustri le possibili prospettive di tale coltura

{/tabs}

Articoli simili