La storia infinita

"La storia infinita"
di Michael Ende
2002 – Corbaccio

Bastiano Balthazar Bux è un ragazzino goffo, grassoccio, soprattutto solo. E ha una grande passione: leggere. In un giorno di pioggia, inseguito dai compagni che si fanno beffe di lui, si rifugia in una vecchia libreria dove trova un volume intitolato La storia infinita.

 "La storia infinita"
di Michael Ende
2002 – Corbaccio

Bastiano Balthazar Bux è un ragazzino goffo, grassoccio, soprattutto solo. E ha una grande passione: leggere. In un giorno di pioggia, inseguito dai compagni che si fanno beffe di lui, si rifugia in una vecchia libreria dove trova un volume intitolato La storia infinita. Il libraio non vuole venderlo, ma l’attrazione per quel libro è tale che Bastiano lo ruba e ci si immerge letteralmente: infatti, scopre che proprio lui, Bastiano, non è solo spettatore delle meravigliose avventure che vi sono narrate, ma ne è anche protagonista, chiamato a salvare i destini del mondo incantato di Fantasilandia, con le sue mitiche creature e le sue città sospese. Libro dentro al libro, La storia infinita, si anima quando Bastiano entra nella vicenda in un gioco incantevole e ingegnoso sul rapporto fra immaginazione e realtà. Scritto da Michael Ende nel 1979, è diventato un successo mondiale tradotto in tutto il mondo. Come i libri di Lewis Carroll e di John Tolkien, La storia infinita è un classico della letteratura per tutti i giovani dai dodici ai cent’anni, che insegna a coltivare i nostri desideri e i nostri sogni, perché è sempre meglio credere ed essere considerati folli, piuttosto che non credere ed essere considerati per questo «delle persone adulte». Un romanzo di formazione, un romanzo iniziatico, un viaggio nella mitologia e nella letteratura, ma soprattutto un libro che lascia a ciascuno la scelta della pista di lettura da seguire alla ricerca delle proprie impronte all’interno della Storia Infinita.

Michael Ende, figlio del pittore surrealista Edgar, è nato in Germania nel 1929 ed è morto nel 1995. Ha lavorato nel mondo dello spettacolo e curato regie per il teatro di Monaco. Il suo primo romanzo, Momo (pubblicato in Italia da Longanesi), e La Storia Infinita sono diventati dei bestseller internazionali e da entrambi sono stati tratti dei film. In italiano Longanesi ha inoltr pubblicato Lo specchio nello specchio, La prigione della libertà e La favola dei saltimbanchi, e Salani Le avventure di Jim Bottone, La notte dei desideri, La scuola di magia e La terribile banda dei "Tredici" Pirati.