La scuola e il sistema dei musei fiorentini

Ragazzi in visitaCari ragazzi e ragazze, era l’autunno del 1971 quando le prime scolaresche entrarono nella Galleria degli Uffizi con la Sezione Didattica.

Erano i bambini e le bambine delle classi IV elementare e II media di Firenze, molte migliaia di studenti. Da allora tante cose sono cambiate, a cominciare dall’ età  di voi, giovani e giovanissimi, che oggi avete l’opportunità di cominciare a frequentare già all’età di sette anni alcuni dei musei più belli del mondo, e di ritornarvi fino all’ultimo anno della scuola superiore con itinerari  diversi, a seconda dei programmi scolastici che seguite. 

Siamo consapevoli dei cambiamenti avvenuti in questi anni nella società, nella scuola, nel modo di vedere le cose… Per questo cerchiamo di accompagnarvi in questo cammino di scoperta fornendo gli strumenti più adatti per “ leggere” i molteplici messaggi che le opere d’arte dei secoli passati possono comunicare attraverso un linguaggio fatto di immagini e colori. Ma abbiamo bisogno della vostra collaborazione: vi chiediamo solo di lasciarvi affascinare dai luoghi dove vi condurremo e dalle opere d’arte che incontrerete.

Vi aspettiamo dunque, insieme ai vostri insegnanti per scoprire, o conoscere sempre meglio, la Galleria degli Uffizi, Palazzo Pitti con la Galleria Palatina, la Galleria d’arte moderna, il Museo degli Argenti, la galleria del Costume, il Giardino di Boboli; la Galleria dell’Accademia e il Museo degli strumenti musicali; il Museo di San Marco, Palazzo Davanzati, Le Cappelle Medicee, il Museo Nazionale del Bargello, i Cenacoli fiorentini e le Ville Medicee di Petraia Poggio a Caiano e Cerreto Guidi.i studenti.

di Maria Paola Masini* 

*Direttore della Sezione Didattica della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze

Brochure Percorsi Didattici.pdf