In Contemporanea

    

        ATTENZIONE: Questo articolo è stato archiviato. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

In ContemporaneaIntroduzione all’Arte Contemporanea. Il Progetto didattico è stato attivato dalla Prof.ssa Patrizia Vezzosi, insegnante di Arte e Immagine presso il Conservatorio SS.Annunziata di Empoli nelle classi della terza media, sezioni A e B, durante l’anno scolastico 2005-2006.

 

Il Progetto, patrocinato dall’ I.R.R.E. (Istituto Regionale Ricerche Educative), si è avvalso dell’apporto collaborativo del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato (Corso “Arte contemporanea e formazione alla comprensione” con il contributo della Regione Toscana) e di alcuni artisti locali (con il contributo del Circondario Empolese Valdelsa).


Parallelamente al Programma Ministeriale, il Progetto è stato articolato nelle seguenti fasi:

 

  • approfondimenti di alcune opere-chiave dell’Arte Moderna e Contemporanea; 
  • lezione teorica tenuta, presso l’aula multimediale del Conservatorio, dalla Sez. Didattica del
  • Centro per l’Arte Contemporanea L. Pecci di Prato e successiva visita guidata al Pecci; 
  • incontri-laboratori  con artisti locali ;  
  • interpretazione personale da parte degli studenti di alcuni Movimenti d’Avanguardia della prima metà del XX secolo; 
  • Mostra degli elaborati finali presso la Galleria d’Arte Nozzoli di Empoli  (6 – 10 giugno 2006).

In Contemporanea
Il percorso espositivo (elaborati originali di 53 giovani ‘artisti’) rappresenta l’ultima fase del Progetto volto alla sensibilizzazione degli studenti alle tematiche fondamentali dell’Arte Contemporanea e allo sviluppo della loro creatività.
Gli studenti sono stati particolarmente affascinati dalle innovazioni introdotte dal Cubismo, Futurismo, Astrattismo, Surrealismo, oltre che dalla possibilità di esporre il proprio lavoro al pubblico presso una Galleria d’Arte. 

Superando le visioni stereotipate, oggetti quotidiani (cellulare, tavola da pranzo, Esta Thè, walk man, lettore MP3, penna, astuccio, banco, cartellina, scarpe da ginnastica, gioco base ball, tamburo, orologio, ombrellone) sono stati osservati da alcuni studenti, come dai pittori cubisti, da molteplici punti di vista, cogliendone al contempo la funzione e/o l’essenzialità, sperimentando come l’opera d’arte possa risultare interessante-bella indipendentemente dalla bellezza dell’oggetto rappresentato (Lorenzo B., Greta C., Filippo C., Gabriele F., Stefano M., Maria Beatrice N., Francesca R., Giada S., Margherita S., Alessio S., Maria Guendalina V., Cosimo B., Rachele C., Matteo F., Francesca F.).

In ContemporaneaAttraverso la scomposizione e la compenetrazione delle figure (atleti e spettatori) e dello spazio e l’uso di colori accesi, linee oblique e andamenti a spirale, altri studenti hanno rappresentato i Giochi olimpici di Torino 2006. Come i pittori futuristi,  sono stati affascinati dai movimenti vorticosi che riflettono la passione degli atleti (Matteo B., Lidia T., Arianna B., Irene B., Carlotta D., Zeno M., Niccolò M., Lorenzo P., Maria Eugenia S., Leonardo T.).

La possibilità di disegnare in modo astratto, di ricercare armonie compositive, di creare forme che nella realtà non esistono, di esprimere le proprie emozioni o i propri sentimenti contrapposti, mondi interiori, concetti complessi, attraverso segni liberi o geometrie casuali ha particolarmente affascinato alcuni studenti (Alessia A., Elia C., Matteo C., Azade G., Giulia S., Sabrina S., Alberto S., Fausto T., Emily V., Pierluigi V., Enrico C., Nicolò C., Francesco F., Lorenzo M., Lia M., Alessio M., Eugen M.C, Giulia P.).

Un effetto surreale è stato ottenuto o attraverso accostamenti impossibili (anche alludendo a problematiche centrali come quella dell’inquinamento) o trasfigurando la realtà con la fantasia o la scrittura automatica (Iacopo B., Edoardo C., Tommaso S., Simona R., Cosimo S., Antony C.,  Filippo F.).

Grazie allo sponsor Villa di Petriolo di Cerreto Guidi, è stata realizzata una piccola pubblicazione che documenta i risultati raggiunti. 100 copie di questa pubblicazione sono state distribuite dalla Regione Toscana presso i Centri di Arte Contemporanea TRA ART.

Una selezione degli elaborati prodotti e costituisce il primo nucleo della Galleria Virtuale Arte Contemporanea Ragazzi (galleria virtuale dedicata all’arte contemporanea prodotta dai ragazzi), ideata e curata dalla Prof.ssa Patrizia Vezzosi (visitabile al sito web ….) da estendere a livello regionale, nazionale, europeo.
 
Prof.ssa Patrizia Vezzosi