Loghi e slogan fra Quattrocento e Cinquecento

Novità

Destinatari: ultime due classi della scuola primaria e per la scuola secondaria di primo grado

Referente: Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze
Programma in collaborazione con: Giotto Fila
Coordinamento scientifico: Yan Blusseau (y.blusseau@comune.fi.it), Alberto Galligani, Massimo Marcolin
Sede: Palazzo Vecchio
Web:  www.palazzovecchio-museoragazzi.it
{jkefel kefelui=[tabs] title=[SCHEDA DESCRITTIVA]}

Nel maggio del 1540, con il trasferimento del Duca Cosimo I de’ Medici e della Duchessa Eleonora di Toledo  nell’antico Palazzo della Signoria, l’edificio deve trasformarsi in una vera e propria reggia, per rispondere allo status e alle esigenze di sfarzo della corte. Non è un caso dunque che i soffitti, le pareti e i pavimenti del Palazzo siano disseminati dei simboli del duca: le due ancore – con l’iscrizione duabus – che ricordano come il governo cosimiano si fondi sull’alleanza con l’Impero e sulla fortificazione del territorio toscano; il segno del Capricorno che rimanda alla data della sua incoronazione a Duca nel mese di gennaio, oltre a collegare il suo destino astrale con personaggi quali gli imperatori Augusto e Carlo V; la tartaruga con una vela che sintetizza la sua capacità di coniugare una riflessione ponderata con la rapidità d’azione. Immagini simboliche, capaci di restituire in forma straordinariamente densa e sintetica le linee essenziali della politica ducale.

CHE COSA SI FA
nel  Museo di Palazzo Vecchio: prologo nell’Atelier delle manualità, dove – con l’ausilio di un supporto multimediale – vengono mostrate le analogie fra gli slogan e i loghi della pubblicità odierna e i motti e le imprese dei signori nell’età moderna. L’attività prosegue con una visita al Palazzo Vecchio alla scoperta dei simboli del potere mediceo.

{jkefel title=[INFORMAZIONI UTILI]}

Come prenotare
le prenotazioni si effettuano dal 15 settembre 2010 a maggio 2011, fino a esaurimento dei posti disponibili. Per prenotare è necessario telefonare al call centre educativo dell’Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze al numero 055 2616788, dal lunedì al venerdì, nell’orario 9.30-13.00 e 14.00-16.30, o inviare una mail a didattica.museoragazzi@comune.fi.it.

Costi             
dal 1 ottobre 2010 al 31 gennaio 2011 il costo per partecipare a ogni attività di laboratorio è di 1,50 euro a bambino, mentre gli accompagnatori hanno diritto all’ingresso gratuito L’obiettivo è quello di incentivare la fruizione dei beni culturali nei mesi di cosiddetta bassa stagione, soprattutto al fine di offrire alla scuole un servizio di migliore qualità rispetto a quello che può essere erogato durante i mesi di intensa fruizione dei musei e della città da parte dei turisti. Dal 1 febbraio 2011 il costo di partecipazione a bambino nei musei è di 2 euro, mentre gli accompagnatori hanno diritto all’ingresso

Durata: un’ora e trenta minuti

Orari: martedì alle 9.30 e 11.00

Periodo: da ottobre 2010 a giugno 2011

{/jkefel}