La meravigliosa scala del duca Gualtieri

Destinatari: scuola dell’infanzia e le prime due classi della scuola primaria

Referente   Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze
Programma in collaborazione con: Unicoop
Coordinamento scientifico: Paola Pacetti (p.pacetti@comune.fi.it) con Alberto Galligani, Stefano Silvestri e Alessandro Viligiardi
Sede: Palazzo Vecchio
Web: www.palazzovecchio-museoragazzi.it
 

{jkefel kefelui=[tabs] title=[SCHEDA DESCRITTIVA]}

Quante sono le storie che può raccontare un Palazzo vecchio di settecento anni? Tantissime, se i narratori sono davvero informati come lo sono i topi da Museo che abitano nel Palazzo da secoli, sono stati testimoni di tutte le vicende accadute dentro le sue antiche mura e si tramandano, di generazione in generazione, le storie per poter ricordare.

Il venerabile topo-nonno Goffredo dai lunghi baffi, racconta per il nipote…Tanto, tanto tempo fa, un duca poco amato dai fiorentini si impossessò della città di Firenze e del Palazzo dei Priori. Così inizia la storia della costruzione della segretissima scala di pietra voluta dal duca Gualtieri di Brienne nel 1342 per entrare e uscire non visto dal Palazzo. Grazie alla magia del Teatro delle ombre, nella Stanza delle Storie di Bia e Garcia, i topi da Museo raccontano quale è stato il destino di Gualtieri.
Al termine del racconto, i bambini potranno visitare davvero la misteriosa scala, dove si troveranno nuove sorprese.

CHE COSA SI FA 
nel  Museo di Palazzo Vecchio: spettacolo di teatro delle ombre e visita animata alla scala del Duca di Atene

{jkefel title=[INFORMAZIONI UTILI]}

Come prenotare
le prenotazioni si effettuano dal 15 settembre 2010 a maggio 2011, fino a esaurimento dei posti disponibili. Per prenotare è necessario telefonare al call centre educativo dell’Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze al numero 055 2616788, dal lunedì al venerdì, nell’orario 9.30-13.00 e 14.00-16.30, o inviare una mail a didattica.museoragazzi@comune.fi.it
    
Costi

dal 1 ottobre 2010 al 31 gennaio 2011 il costo per partecipare a ogni attività di laboratorio è di 1,50 euro a bambino, mentre gli accompagnatori hanno diritto all’ingresso gratuito L’obiettivo è quello di incentivare la fruizione dei beni culturali nei mesi di cosiddetta bassa stagione, soprattutto al fine di offrire alla scuole un servizio di migliore qualità rispetto a quello che può essere erogato durante i mesi di intensa fruizione dei musei e della città da parte dei turisti. Dal 1 febbraio 2011 il costo di partecipazione a bambino nei musei è di 2 euro, mentre gli accompagnatori hanno diritto all’ingresso gratuito

Durata: un’ora e dieci minuti

Orari: martedì e mercoledì alle 9.30 e 10.45
       
Periodo:
da ottobre 2010 a giugno 2011

{jkefel title=[TRAILER]}

{/jkefel}