La favola profumata della Natura dipinta

Destinatari: scuola dell’infanzia e le prime due classi della scuola primaria

Referente: Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze
Programma in collaborazione con   Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella
Coordinamento scientifico: Paola Pacetti (p.pacetti@comune.fi.it) con Ilaria Guccerelli e Marco Salvucci
Sede: Palazzo Vecchio
Web: www.palazzovecchio-museoragazzi.it

{jkefel kefelui=[tabs] title=[SCHEDA DESCRITTIVA]}

È difficile immaginare che in un palazzo di pietra la Natura possa avere un ampio spazio. Eppure, in Palazzo Vecchio la Natura è presente come immagini dipinte e colorate, volute da un Duca e da una Duchessa che avevano un grande amore per la terra,  la caccia,  la pesca, i cavalli e i giardini, tanto da realizzare dentro il  Palazzo ducale giardini pensili e orticini e chiedere agli artisti di corte di inserire innumerevoli elementi naturali nella fastosa decorazione che stavano facendo realizzare.

Le mutevoli vicende della storia hanno quasi cancellato il ricordo dei giardini pensili e degli orticini di Palazzo Vecchio. Ma, sulle pareti e sui soffitti del Palazzo è rimasto un popolo di animali, variegato e multiforme, reale e fantastico e una profusione di “verzura”.

Chi racconta questa nuova Favola, facendo parlare la natura dipinta, è una sorta di elfo – accompagnato da un coloratissimo pappagallo originario del Nuovo Mondo – che aiuterà i bambini  con le parole, con lo sguardo ma, soprattutto, attraverso la magia dei profumi  a restituire il ricordo e, quindi, la vita dell’immaginazione alle creature immobili sulle pareti. Immagineremo, dunque, la duchessa Eleonora, immersa nel profumo delle  rose e degli agrumi in uno dei suoi giardini pensili creati sui terrazzi di Palazzo Vecchio; immaginiamo gli odori  degli antichi frutti dipinti;  dei cavalli impegnati nelle battaglie affrescate sulle pareti; delle creature di sogno che ci guardano da secoli…

 

{jkefel title=[INFORMAZIONI UTILI]}
CHE COSA SI FA
nel  Museo di Palazzo Vecchio: partecipazione al racconto interattivo che coinvolge udito, vista e olfatto nella Stanza delle Storie di Bia e Garcia e visita in Palazzo per ritrovare la natura di pietra e ridarle una vita profumata

Come prenotare
le prenotazioni si effettuano dal 15 settembre 2010 a maggio 2011, fino a esaurimento dei posti disponibili. Per prenotare è necessario telefonare al call centre educativo dell’Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze al numero 055 2616788, dal lunedì al venerdì, nell’orario 9.30-13.00 e 14.00-16.30, o inviare una mail a didattica.museoragazzi@comune.fi.it
           
Costi
dal 1 ottobre 2010 al 31 gennaio 2011 il costo per partecipare a ogni attività di laboratorio è di 1,50 euro a bambino, mentre gli accompagnatori hanno diritto all’ingresso gratuito L’obiettivo è quello di incentivare la fruizione dei beni culturali nei mesi di cosiddetta bassa stagione, soprattutto al fine di offrire alla scuole un servizio di migliore qualità rispetto a quello che può essere erogato durante i mesi di intensa fruizione dei musei e della città da parte dei turisti. Dal 1 febbraio 2011 il costo di partecipazione a bambino nei musei è di 2 euro, mentre gli accompagnatori hanno diritto all’ingresso gratuito
 

Durata: un’ora e dieci minuti

Orari: lunedì e giovedì alle 9.30 e 10.45

Periodo: da ottobre 2010 a giugno 2011

{/jkefel}