Da novembre al via Firenze Scienza

 ATTENZIONE: Questo articolo è stato archiviato. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Viaggio nella Firenze dell’Ottocento visitando importanti musei scientifici della città. L’8 di novembre parte un evento singolare che coinvolge istituzioni museali che conservano alcune delle più prestigiose collezioni di strumenti scientifici in Europa.

 
Il Museo di Storia della Scienza, futuro Museo Galileo, il Museo di Storia Naturale La Specola, il Gabinetto di Fisica all’interno della Fondazione Scienza e Tecnica e Palazzo Medici Riccardi, saranno le “tappe” di una rassegna che rievoca un periodo storico particolare, quello pre-unitario, in cui Firenze si pose all’attenzione come centro di irradiazione delle nuove scoperte scientifiche e tecnologiche. Forte della tradizione e degli insegnamenti galileiani, Firenze fu frequentata, in quel tempo, da intellettuali e personalità scientifiche di rilievo che promossero la fondazione di istituzioni come il Gabinetto Viesseux (1820) e l’IstitutoTecnico Toscano (1850).

L’obiettivo della mostra è quello di dare un’idea del fervore culturale che animava la città nella prima metà dell’Ottocento: pertanto ognuna delle sezioni focalizza un aspetto specifico del periodo, attraverso l’esposizione di oggetti, strumenti originali e riproduzioni di macchine da utilizzare.
 
Ogni mostra è stata pensata per essere pienamente accessibile ad un pubblico non solo di esperti del settore, ma anche di giovani e di famiglie. Nello specifico, al Museo di Storia della Scienza saranno svolte attività particolari: durante la settimana, ad esempio, le visite denominate Elettrizzanti esperienze rivolte soprattutto alle scuole, mentre nelle aperture domenicali sono previste visite animate con operatori in costume, rivolte, prevalentemente, alle famiglie e ai visitatori singoli.
Per maggiori informazioni contattare il call-center Firenze scienza 0552346760, da lunedì a sabato dalle 9:00alle 17:00.